Pompe di Calore: vantaggi, funzionamento e superbonus 110%

Pompe di Calore: vantaggi, funzionamento e superbonus 110%

Le pompe di calore al giorno d’oggi rappresentano la migliore soluzione tra i sistemi di riscaldamento ad alta efficienza energetica presenti sul mercato, in quanto con il loro sistema di riscaldamento e raffrescamento, permettono di avere nella vostra abitazione, sia singola che condominiale, la temperatura ideale in tutte le stagioni dell’anno.

Installare questa tipologia di impianti non solo è necessario per ottenere maggior comfort, ma è estremamente conveniente in termini economici; oltre a garantire un notevole risparmio sulle utenze domestiche rappresenta oggi uno degli interventi trainanti per poter avere la possibilità di usufruire del superbonus 110%.

Che cosa sono le pompe di calore

Si tratta di macchinari in grado di trasferire energia termica, ossia permettono di trasportare il calore, da un ambiente più freddo ad uno più caldo.

Ad esempio, durante il periodo invernale, per riscaldare un edificio, la pompa di calore sottrae il calore all’ambiente esterno per distribuirlo negli spazi interni. Per garantire il loro funzionamento le pompe di calore necessitano di una determinata quantità di energia, che può essere fornita, a seconda della tecnologia impiegata, sotto forma di energia elettrica oppure di gas metano.

Come funzionano le pompe di calore?

Funzionamento della pompa di calore

Le pompe di calore prelevano il calore da fonti naturali come aria, acqua o terreno che viene poi trasferito all’interno dell’edificio alla temperatura idonea e in funzione al tipo di impianto di riscaldamento. Le pompe di calore non solo permettono di riscaldare gli ambienti, ma possono anche raffrescarli e per questo motivo possono essere utilizzate tutto l’anno.

Le pompe di calore si differenziano dagli altri sistemi di riscaldamento tradizionali perché sono delle tecnologie altamente efficienti, in quanto il quantitativo di energia impiegata per il loto funzionamento è molto bassa. Secondo la normativa europea in tema di energia, se il calore prodotto è superiore della quantità di energia necessaria alla sua produzione, l’impianto è considerato a fonti rinnovabili.

Quali sono i vantaggi che possiamo trarre dall’installazione di pompe di calore?

Vantaggi delle pompe di calore

Sono diversi i vantaggi che può garantire l’installazione di questa tipologia di impianti, non solo l’investimento iniziale viene ripagato nel tempo con il conseguente risparmio di energia, ma è uno degli interventi principali che, con una giusta valutazione di un tecnico, può permettere di accedere alle opportunità dell’ ecobonus 110% fino al 31/12/2021 .

Le pompe di calore producono lo stesso quantitativo di calore di una caldaia tradizionale impiegando la metà dell’energia, contribuendo in questo modo, soprattutto se abbinate ad un impianto fotovoltaico, a migliorare l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale dell’edificio e, di conseguenza, ad aumentarne il valore immobiliare.

Ma quali tipologie di pompe di calore esistono?

Tipologie di pompe di calore

Vi sono diverse tipologie di pompe di calore, a seconda che prelevino calore dall’aria, dall’acqua o dal terreno. Un’altra distinzione è in base al tipo di alimentazione: esistono pompe di calore elettriche o a gas, anche se la maggior parte di questi impianti funzionano con l’energia elettrica.

POMPE DI CALORE ARIA-ARIA E ARIA-ACQUA

Queste due tipologie di impianti sono le più comuni da installare, con prestazioni più legate alle variazioni della temperatura ambiente esterna ma comunque più che soddisfacenti per un uso domestico. Le pompe di calore aria-acquasono utilizzate prevalentemente per il riscaldamento abbinato alla produzione di acqua calda sanitaria. Il principale vantaggio di queste tipologie di pompe di calore è che l’aria è una sorgente disponibile sempre e ovunque e l’installazione è molto semplice dato che non richiedono interventi particolarmente invasivi sull’edificio.

POMPE DI CALORE ACQUA-ACQUA

Questa tipologia di pompe di calore sfrutta l’acqua presente nelle falde acquifere del terreno e hanno prestazioni migliori, in quanto prelevano il calore da una sorgente con temperatura che rimane costante tutto l’anno ; per questo è considerata una delle tipologie di pompa di calore più efficienti. Per l’installazione è necessaria però la costruzione di un pozzo e di un sistema di aspirazione.

POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

QQueste pompe di calore sfruttano il calore presente nel terreno Per ottenere il calore dal terreno si installa una sonda geotermica verticale, la quale più scende in profondità, più aumenta la temperatura disponibile per lo scambio termico.

POMPE DI CALORE ABBINATE AD ALTRI IMPIANTI

Le pompe di calore possono o meno essere abbinate ad altri impianti per il riscaldamento degli ambienti. Hanno, infatti,  due tipi di funzionamento: il primo è detto monovalente, nel caso in cuila pompa di calore sial’unico generatore di calore utilizzato, mentre il secondo viene detto bivalente, se la pompa di calore è supportata da un altro generatore per il riscaldamento degli ambienti.

Un sistema monovalente deve garantire l’intero fabbisogno di calore dell’edificio ed è generalmente consigliato per le abitazioni di recente costruzione, caratterizzate da minori dispersioni e quindi da fabbisogni energetici più contenuti.

Nel caso di funzionamento bivalente, la pompa di calore installata si occupa di fornire calore all’edificio fintanto che la temperatura dell’aria esterna garantisce buoni rendimenti della pompa stessa. Quando la temperatura esterna raggiunge condizioni particolarmente severe  il cosiddetto punto di bivalenza, il calore necessario al riscaldamento degli ambienti viene fornito dal generatore alternativo (solitamente una caldaia) Questa tipologia di impianto è ideale per le abitazioni appena ristrutturate o di vecchia costruzione.

Installazione delle pompe di calore

Per procedere all’installazione delle pompe di calore aria-aria o aria-acqua, innanzitutto, bisogna essere sicuri che si possano posizionare nel luogo desiderato (generalmente necessitano di spazio all’interno e all’esterno) ed è fondamentale un corretto dimensionamento,  che tenga conto delle temperature esterne del luogo di installazione e dei fabbisogni energetici dell’edificio, oltre che del sistema di emissione (radiatori, pannelli radianti, ventilconvettori, ecc.) Le altre tipologie di pompe di calore richiedono lo svolgimento di lavorazion più invasive e maggiori disponibilità di spazi all’esterno: la costruzione di un pozzo e la disponibilità di una sorgente d’acqua nei pressi dell’abitazione nel caso di pompe acqua-acqua o, nel caso di pompe di calore geotermiche, la realizzazione di scavi per l’installazione di una sonda geotermica.

È quindi fondamentale la valutazione di chi, come noi di NEST, possa definire correttamente l’intervento, dalla fattibilità alle reali possibilità di risparmio, dall’installazione ad una manutenzione programmata nel tempo per garantire sicurezza e massimizzazione dei risultati.

Ma quanto si risparmia realmente con le pompe di calore?

Pompe di calore: risparmio economico ed energetico

Come abbiamo già anticipato precedentemente, l’installazione delle pompe di calore in sostituzione di un vecchio generatore di calore comporta numerosi vantaggi tra cui:

– se realizzata contestualmente ad altri interventi, può consentire di raggiungere il salto di due classi energetiche richiesto per poter accedere al Superbonus 110%;

– se realizzata singolarmente, può accedere alle detrazioni fiscali del 65% previste dall’Ecobonus;

– alternativamente, se realizzata singolarmente, può accedere agli incentivi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili previsti dal Conto Termico, in vigore dal 31 maggio 2016. (scopri di più sul Conto Termico).

Conclusioni

Installare questi dispositivi consente un notevole risparmio energetico, in quanto il coefficiente di prestazione di una pompa di calore riesce a raggiungere valori fino a 5, il che significa riuscire a produrre 5 kWh di energia termica, partendo da un solo kWh di energia elettrica.

In termini economici questo comporta mediamente un risparmio dal 40% al 70%.

Approfittate dell’Ecobonus 110% per installare una pompa di calore  nella vostra abitazione.

Contatta NEST per richiedere una consulenza e pianificare un sopralluogo nella vostra abitazione.



Creative Marketing Agency:

Best  Marketing e Comunicazione